Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

        

 

itenfrderues

Desideri ricevere informazioni? CLICCA QUI...

Via R. Misasi, 96 - 87100 - Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165 / (+39) 0984 28941
Mail: peruginilab@gmail.com

News

La rinite allergica è una manifestazione allergica che colpisce le prime vie aeree, naso, gola, ma anche gli occhi, provocando sintomi simili a quelli di un comune raffreddore, quali lacrimazione, starnuti, prurito al naso e agli occhi, naso che cola, congestione delle mucose nasali, difficoltà a respirare e in alcuni casi un senso di oppressione al torace. L'inalazione di pollini è una delle cause più frequenti di rinite allergica, insieme all'esposizione a peli di animali, spore di funghi, acari della polvere. Solitamente si sviluppa in età infantile o durante l'adolescenza e ha un andamento stagionale, legato in particolare alla diffusione dei pollini nell'aria.

Il test HPV è un esame di laboratorio che permette di rilevare la presenza del papilloma virus umano mediante l’individuazione delle sequenze genetiche (DNA e RNA). Il test HPV viene utilizzato nello screening come test primario per le donne dai 30 ai 64 anni e come test di triage nello screening con pap-test come test primario rivolto alle donne più giovani dai 25 ai 29 anni.

L'allergia al latte vaccino è la sensibilizzazione alimentare più diffusa nei primi anni di vita. Dalla seconda infanzia in poi, invece, gli allergeni più comuni sono il pesce, i crostacei, le arachidi e le noci. Questa forma allergica non ha nulla a che vedere con l'intolleranza al latte, comune soprattutto nell'età adulta ed anziana.

La Pitiriasi versicolor è un’infezione superficiale cutanea dovuta alla Malassetia furfur, lievito lipofilo che vive sulla cute normale e che in presenza di fattori predisponenti può essere causa di patologia. La Pitiriasi si manifesta con piccole macchie della pelle di vario colore, dal rosa al marrone, tondeggianti oppure ovalari e lievemente desquamanti, localizzate al tronco, alle braccia, al collo e al volto. Tali macchie della pelle diventano maggiormente visibili, dopo l’esposizione solare poiché appaiono più chiare della pelle abbronzata.

Desideri ricevere informazioni? CLICCA QUI...

Via R. Misasi, 96
87100 Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165
(+39) 0984 28941

Mail: peruginilab@gmail.com



Via R. Misasi, 96 - 87100 - Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165 / (+39) 0984 28941
Mail: peruginilab@gmail.com
Partita IVA: 01781350788 - Numero R.E.A. CS- 236564

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo
© Copyright - 2021 - Tutti i diritti riservati






Powered by

 

 



Contatore sito




Search