In conformità con l'art. 10 Legge 675/96 sulla privacy, facciamo presente che sul nostro sito non vengono raccolti dati anagrafici dei Visitatori. Per offrire informazioni e servizi, rendere fruibile il sito web si utilizzano cookie tecnici, analitici e di terze parti. I cookie statistici aiutano il Titolare del sito web a capire come i visitatori interagiscono con il sito stesso raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la relativa informativa cliccando sul pulsante LEGGI TUTTO.

        

 

itenfrderues

Desideri ricevere informazioni? CLICCA QUI...

Via R. Misasi, 96 - 87100 - Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165 / (+39) 0984 28941
Mail: peruginilab@gmail.com

News

Durante la gravidanza, la corretta funzionalità della tiroide materna è essenziale per garantire la salute della gestante e il corretto sviluppo, soprattutto cerebrale, del nascituro. Com’è noto, la gravidanza è, per il corpo della futura madre, un periodo di nuovi e continui adattamenti; questi adattamenti coinvolgono, sin dal concepimento, anche la tiroide, così che possa prepararsi al meglio ad accogliere e sostenere la nuova vita.

Le vampate di calore sono uno dei sintomi più conosciuti, odiati e temuti della menopausa. Questo genere di disturbo interessa mediamente il 70% delle donne e, sempre in linea generale, inizia a presentarsi intorno ai 47-48 anni d'età, insieme alle prime, importanti, variazioni del ciclo. Da questo momento in poi, le vampate di calore accompagneranno la vita della donna per almeno tre o quattro annate.

La menopausa non è una malattia ma una fase fisiologica della vita che richiede conoscenza e adattamento perché sia compatibile con un buon livello di benessere. Vengono meno le funzioni riproduttive a causa del calo degli ormoni sessuali e si riconosce per la fine del ciclo mestruale. Una donna in menopausa è pronta a essere autonoma perché generalmente sa cosa vuole e cosa può ottenere dal proprio corpo.

Il Test secondo Meares e Stamey (Stamey TA. Prostatitis. J R Soc Med. 1981; (74(1):22-40) è considerato il gold standard tra le metodiche diagnostiche per l'individuazione delle prostatiti. Si tratta di una procedura diagnostica che si esegue mediante un frazionamento delle basse vie urinarie, ovvero raccogliendo 3 campioni delle urine del paziente in diverse condizioni. Tali campioni vengono denominati VB1, VB2 e VB3. Il termine VB sta per “Voided Bladder” (Vescica Svuotata).

Il PSA (acronimo di Prostate Specific Antigen, italianizzato in Antigene Prostatico Specifico) è una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata. Piccole concentrazioni di antigene prostatico specifico sono normalmente presenti nel siero di tutti gli uomini e si possono valutare tramite un semplice esame del sangue. Il PSA è una proteina quantificabile nel sangue, prodotta esclusivamente dalla prostata. Per questo motivo, l'antigene prostatico specifico può essere usato come indicatore di malattie prostatiche.

Desideri ricevere informazioni? CLICCA QUI...

Via R. Misasi, 96
87100 Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165
(+39) 0984 28941

Mail: peruginilab@gmail.com



Via R. Misasi, 96 - 87100 - Cosenza (CS) Italia
Telefono e Fax: (+39) 0984 28165 / (+39) 0984 28941
Mail: peruginilab@gmail.com
Partita IVA: 01781350788 - Numero R.E.A. CS- 236564

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo
© Copyright - 2022 - Tutti i diritti riservati






Powered by

 

 



Contatore sito




Search